Arabia Saudita

Il viaggio in Arabia Saudita aveva due obiettivi:
il primo, com’è ovvio, era conoscere il paese e la sua gente, visitare il sito archeologico di Hegra con le sue oltre 100 tombe e  percorrere la sponda del Mar Rosso, praticamente disabitata (come una volta le coste del versante Egiziano),  per 700 Km sul bagnasciuga osservando pesci, uccelli e mammiferi.


Il secondo obiettivo era verificare la possibilità di poter attraversare il deserto del Rub Al Khali con un fuoristrada.
Pare che nessuno finora sia riuscito in questa impresa. Per ora rimane ancora un sogno chiuso nel cassetto perché il confine fra Arabai Saudita e Oman è a tutt’oggi chiuso.

Questo è l’unico paese, fra tutti quelli che ho visitato, dove ho incontrato una certa ostilità nei confronti degli stranieri.         

La guerra in Irak incombeva ed in ogni villaggio ci chiedevano, con aria minacciosa, se eravamo Americani o Inglesi ed in alcuni casi il capo villaggio controllava i nostri passaporti.

Un po’ di foto:

Lascia un commento